Droni-sherpa per il soccorso alpino

Droni-sherpa per salvare persone disperse o inghiottite da una valanga. Ne parla il sito mountlive.com che descrive i risultati soddisfacenti dei nuovi test effettuati a Pila, in valle d’Aosta. Si tratta di un progetto europeo con diversi partners che ha come capofila l’Università di Bologna.

“I test – fanno sapere dall’Università di Bologna – hanno simulato dispersi sulle piste e sono state effettuate varie prove, le quali miravano a testare caratteristiche tecniche del drone e a capire il possibile utilizzo in una tipica missione di ricerca di dispersi sotto le valanghe effettuate dal CAI”.

Sono state effettuate prove coinvolgendo i soccorritori e un cane del gruppo cinofilo, per verificare il comportamento di quest’ultimo con la presenza del drone, e per capire le possibilità di effettuare una ricerca in contemporanea drone-cane senza che si disturbino a vicenda.

Questi nuovi test stanno dando risultati importanti che cambieranno radicalmente strategie e procedure nel soccorso alpino.

 

 

 

Condividi

Potrebbe interessarti anche: