I droni inventano il turismo virtuale

Poter visitare il mondo con i propri occhi, senza muoversi dalla poltrona di casa?

Sembra l’incipit di un bel racconto di P.K. Dick: “Ricordiamo per voi” che è poi diventato un blockbuster sul grande schermo con il titolo di Total Recall e la faccia di Arnold Schwarzenegger.
Si tratta invece di un progetto di ricerca, già in stato molto avanzato, del Dott. Helmut Hlavacs della University of Vienna.

L’idea è quella di consentire, tramite occhiali per la realtà virtuale collegati alla videocamera sul drone, di godere monumenti e bellezze naturali in giro per il mondo e guidare il drone per scoprire gli angoli e gli scorci desiderati. Una esperienza personalizzata ed immersiva.

Il progetto apre la frontiera del turismo virtuale (e qui Dick dimostra di averci visto lungo) che consentirebbe a chi non può permettersi un viaggio o a chi ha problemi di deambulazione di visitare, seppur virtualmente, posti remoti e affascinanti.

“Le persone da tutto il mondo potranno, volendo, unirsi alla visita e noleggiare il drone” spiega il Dott.Hlavacs

Un tipo di turismo certamente nuovo che, come quello tradizionale, non potrà che avere il Belpaese come meta di riferimento.

Condividi

Potrebbe interessarti anche: