La FAA indaga sugli autori di video fatti con i droni

La notizia emerge da alcune testate giornalistiche americane. Da quanto riporta l’ufficio legale Wiley Rein la FAA (l’ente che sovraintende al traffico aereo negli Stati Uniti) sta verificando i video postati su YouTube e girati con i droni.

Infatti, per le regole americane, questi video non possono essere utilizzati a scopo commerciale se non in presenza di specifiche licenze ed autorizzazioni. Il caso più interessante sembra essere quello di Jayson Hanes, che ha postato i video girati con il suo drone su YouTube. Pc Magazine riporta che la FAA avrebbe contattato via lettera Jayson per chiedere chiarimenti sui video postati. Il proprietario dei video si sarebbe difeso dicendo che non ha percepito nessun provento dai video stessi. Sappiamo, però, che spesso YouTube inserisce degli spot pubblicitaria prima dei video, riconoscendo poi una piccola cifra agli autori dei video.

Staremo a vedere come prosegue questa strana vicenda.

Certo c’è da chiedersi cosa potrebbe succedere se, in Italia, l’ENAC dovesse verificare il rispetto dei suoi regolamenti tramite l’analisi dei video pubblicati online e girati con i droni. Potrebbero certamente emergere molte incongruenze e qualche problema.

 

(Image credits: Alan Cleaver @ Flickr)

Condividi

Potrebbe interessarti anche: